Nella cabina di regia del Progetto “Beni Confiscati – dal Comune alla Comunità locale”

ANCI Lombardia, con il co-finanziamento di Fondazione CARIPLO, ha avviato il Progetto Beni Confiscati – dal Comune alla Comunità locale, un progetto di supporto ai territori lombardi, per la valorizzazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata ed affidati ai Comuni.

Il progetto intende promuovere azioni legate alla piena valorizzazione dei beni confiscati, spostando il focus dal funzionamento dell’Ente Locale al dialogo con i cittadini e le imprese.
Prevede tre linee di attività, tra loro correlate:
 Beni sottratti (censimento, percorsi pilota, linee guida)
 Politiche e Risorse (bilanci partecipativo, strumenti tecnologici, linee guida)
 Dati e informazioni (privacy, trasparenza)
Le tre linee di attività del progetto sono strettamente connesse tra loro: la trasparenza nella definizione delle politiche e nell’allocazione delle risorse e il controllo diffuso da parte della comunità locale sono fattori che (unitamente al controllo interno sulla legalità dei processi) abilitano i Comuni ad una effettiva valorizzazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata.
La Cabina di Regia è composta da rappresentanti delle Istituzioni e delle associazioni impegnate, a vario titolo, sui temi della valorizzazione dei beni confiscati e ha il compito di indirizzare l’avanzamento delle attività del progetto.

© 2013 Fondazione Etica.
Top