Open/Close Menu

Il Corriere della Sera, lo scorso 8 febbraio, ha pubblicato alcuni dati dal nostro nuovo Rapporto sui Comuni, che uscirà in marzo con Editore Rubettino. Di seguito l’estratto:   COMUNI, NON C’È BISOGNO DI TAGLI: CHI SA GUADAGNARE DAL PATRIMONIO IMMOBILIARE PUBBLICO QUALI SONO I COMUNI PIÙ TRASPARENTI SULL’USO DEI BENI IMMOBILI E PIÙ EFFICIENTI…

Puntuale è tornato anche quest’anno il tormentone del dibattito sulla legge sui partiti. A scatenarlo è stato l’annuncio del Movimento 5 Stelle di volere applicare una penale ai parlamentari che lasciano il Gruppo. Al di là dell’episodio in sé, il punto è che una legge sui partiti serve per il buon funzionamento di ogni democrazia….

I primi decreti attuativi della riforma Madia dimostrano che non si tratta di una vera riforma, ma di interventi su singoli aspetti della PA. Il quinto decreto attuativo è su semplificazione e trasparenza: alcune disposizioni vengono presentate come nuove, mentre sono già in vigore, come quello dell’accesso civico, avocandosi un merito che, quindi, è di altri;

Quando parliamo di volontariato, di solito, pensiamo tutti a un volontariato di tipo tradizionale, quello per cui persone generose dedicano tempo ed energie a emergenze e bisogni sociali.

Le banche hanno un ruolo fondamentale per la sviluppo di un Paese, che oggi sembrano avere perso, non solo Italia. Senza scendere in dettagli, operazioni finanziarie altamente speculative hanno portato le grandi banche sull’orlo di un baratro che ha danneggiato le economie di molti Stati sovrani, mentre la conseguente stretta creditizia (il cosiddetto credit crunch)…

Di fronte al progressivo impoverimento generale, alle diseguaglianze economico-sociali, alle conseguenti tensioni di ordine pubblico, all’incapacità degli Stati di far fronte ai nuovi bisogni, oggi non basta ripensare le politiche sociali: serve, piuttosto, rivedere completamente il modello di sviluppo. Lo hanno capito già Paesi come Gran Bretagna, Usa, Canada e Australia, che da alcuni anni…

Inutile scandalizzarsi: l’intreccio emerso a Roma tra politica e mafia non è l’ennesimo scandalo di cui indignarsi, ma la dimostrazione che, nonostante tutte le dichiarazioni e le riforme annunciate negli anni dalla classe politica, la corruzione non è stata minimamente intaccata, diventando, anzi, un sistema di malaffare ramificato e radicato. L’Expo, il Mose, la Regione…

Siamo al varo dell’ennesima riforma sulla Pubblica Amministrazione. Anzi, all’ennesima buona riforma, perché norme efficaci, nel tempo, sono già state varate, per poi rimanere, nei fatti, inapplicate oltre che confuse da una incontinenza normativa che ha solo appesantito e complicato il quadro di riferimento per gli utenti e per gli stessi dipendenti pubblici.

Non basta scegliere un bravo candidato: il punto è perché lui, o lei, e non un altro o un’altra? Un Paese moderno stabilisce prima le regole di ingaggio, rende pubblici e dettagliati i requisiti richiesti e poi consente a tutti non solo di candidarsi, ma di poter effettivamente essere selezionati. Scontato? Non sembrerebbe

Al Sud non va tutto male: la Puglia riesce ad essere tra le Regioni quella con rating migliore. Non è vero che le Regioni del Nord sono automaticamente le miglior semmai non sono mai negli ultimi posti della graduatoria generale

© 2013 Fondazione Etica.
Top