Open/Close Menu
Vincenzo Emanuele

Vincenzo Emanuele

Vincenzo Emanuele (1986) è dottorando di ricerca in Scienza politica (curriculum Politica comparata) presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM). Ha conseguito la laurea magistrale nella facoltà di Scienze politiche dell’Università di Firenze, discutendo una tesi dal titolo “Tra paesi e città. Dimensione demografica dei comuni e comportamento elettorale in Italia (1994-2008)”. Il suo progetto di ricerca per il triennio di dottorato riguarda lo studio del comportamento elettorale e il processo di denazionalizzazione del voto in Europa occidentale. I suoi principali interessi di ricerca sono i partiti politici, i sistemi elettorali e le elezioni in prospettiva nazionale e comparata.

Di riformare il sistema elettorale italiano se ne parla ormai da molti anni, praticamente già dai mesi successivi all’approvazione della legge, che risale alla fine del 2005.

A poco più di due mesi dal voto la politica italiana versa in uno stato di preoccupante fluidità. E’ in particolare il centrodestra a navigare nella totale incertezza, ancora in attesa di decisioni definitive su quali saranno le alleanze, i programmi e, soprattutto, il (o i) leader.

Le ultime elezioni comunali rappresentano un vero e proprio terremoto per l’intero sistema politico italiano e, trattandosi dell’ultima prova elettorale prima delle fondamentali politiche del 2013, non possono essere sottovalutate. La portata dei cambiamenti introdotti da queste elezioni amministrative è tale da rendere assai plausibile la similitudine con un altro momento storico foriero di trasformazioni…

Dell’incontro tra Alfano, Bersani e Casini che ha prodotto un accordo su alcuni punti per superare la legge Calderoli non è uscito ancora un testo scritto, e non è un elemento trascurabile, dal momento che “in tema di sistemi elettorali il diavolo si nasconde nei dettagli”, come ha giustamente fatto notare Roberto D’Alimonte sul Sole…

  Da alcune settimane l’annosa questione della riforma del sistema elettorale è tornata prepotentemente alla ribalta, per diversi motivi. La nascita del governo Monti sta favorendo l’instaurazione di un clima di positiva collaborazione tra le principali forze politiche in Parlamento e il superamento delle sterili contrapposizioni frontali che hanno caratterizzato – con poche eccezioni –…

L’autunno 2011 dell’Italia è una stagione di crisi e di incertezza. Queste due caratteristiche non sono peculiarità solo domestiche: tutto l’occidente fa i conti con gli attacchi speculativi, i saliscendi delle borse, il rischio del default greco, le voci su una possibile exit strategy europea dalla moneta unica, le marce degli “indignados” che in molte…

(…) Perché il referendum sia valido deve recarsi alle urne il 50 per cento degli elettori più 1. Si tratta di 25.333.487 italiani. Una cifra enorme, tanto più che nel conteggio degli aventi diritto sono inseriti anche 3 milioni e duecentomila residenti all’estero.

Domenica 15 e Lunedì 16 maggio quasi 13 milioni di italiani saranno chiamati alle urne per il rinnovo di 1300 consigli comunali e di 11 consigli provinciali. Normalmente considerate elezioni di secondo ordine, le amministrative 2011 assumono un particolare rilievo nell’attuale contesto politico, principalmente per due ordini di motivi. Innanzitutto sono il primo test elettorale…

Vincenzo Emanuele (1986) è dottorando di ricerca in Scienza politica (curriculum Politica comparata) presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM). Ha conseguito la laurea magistrale nella facoltà di Scienze politiche dell’Università di Firenze, discutendo una tesi dal titolo “Tra paesi e città. Dimensione demografica dei comuni e comportamento elettorale in Italia (1994-2008)”. Il suo progetto…

L’interessante articolo di Paola Caporossi pubblicato su questa stessa rubrica affermava in conclusione l’improrogabile esigenza di cambiare la legge elettorale attualmente in vigore per Camera e Senato, il cosiddetto “Porcellum”. Quell’articolo merita un ulteriore approfondimento, anticipato già in parte dalla stessa autrice: data per scontata la necessità di riformare il nostro sistema elettorale, si pongono…

© 2013 Fondazione Etica.
Top