Open/Close Menu
Massimo Minini

Massimo Minini

Massimo Minini comincia la sua carriera di gallerista nel 1973 a Brescia con uno spazio espositivo chiamato Banco. La prima mostra della galleria bresciana è una collettiva con Gilbert & George, Sol LeWitt, Amish Fulton, Roman Opalka e Giorgio Griffa, e vuole essere una dichiarazione di intenti, rispettata fino ad oggi, degli interessi della galleria: arte concettuale, arte povera, minimal art.

La galleria fino ad oggi ha ospitato mostre di importanti artisti italiani e internazionali quali Luigi Ontani, Alberto Garutti, Vanessa Beecroft, Peter Halley, Sol Le Witt, Dan Graham, Daniel Buren e partecipa alle più importanti fiere nazionali ed internazionali d’arte contemporanea, quali Artissima, Arte Fiera, Art Brussels, Frieze, Art Basel.

Alla biennale, in una baraonda di feste, in un turbine di megabarche con elicottero incorporato, in un garrire di bicchieri e champagne, in uno sbandamento di trasporti tra vaporetti e motoscafi, molte mostre fanno parlare di sé. Tra queste il padiglione italiano di Sgarbi desta clamori e polemiche a non finire. Basta mettere dentro il…

© 2013 Fondazione Etica.
Top