Open/Close Menu

Trasparenza e integrità Cuneo è seconda

Prima Parma e seconda Cuneo, davanti a Treviso e Olbia, per «efficienza, trasparenza, integrità» in una classifica tra 20 capoluoghi italiani di medie dimensioni, da Nord a Sud. Lo dice il secondo «Rapporto sul rating dei Comuni» (sarà pronto a dicembre, è stato anticipato dal Corriere della Sera) promosso dalla bresciana Fondazione Etica: si riferisce ai dati pubblicati dai Comuni per rispettare le leggi su trasparenza e anti-corruzione, confrontando diverse voci tramite un logaritmo, dal bilancio al rapporto con i cittadini.  

Cuneo vanta uno dei rapporti migliori tra entrate proprie e trasferimenti statali, mentre le tasse locali valgono in media 842 euro per abitante (1035 euro a Parma, i 1033 ad Aosta). Positivo anche il dato dell’incidenza delle spese per rimborsare i prestiti rispetto alla spesa corrente: 1,1% (Potenza è allo 0,4%, Salerno supera il 9%). La città investe il 25% della spesa totale, più del doppio della media dei capoluoghi considerati che è l’11,1%. Il sindaco, Federico Borgna: «Nel 2016 eravamo ai vertici di questa graduatoria a cui i Comuni aderiscono in modo volontario. La ricerca dice che abbiamo un alto numero di dirigenti, ma dal 2015 il dato è cambiato: quello dei lavori pubblici è andato in pensione, a gennaio toccherà al collega del sociale». Per ora non sono ancora stati banditi concorsi per sostituirli. [l. b.]

La Stampa – 10 ottobre 2017 

© 2013 Fondazione Etica.
Top