Open/Close Menu

Il Rating delle Pubbliche Amministrazioni

“I processi di innovazione in qualunque settore si caratterizzano per l’indispensabile orizzontale temporale lungo e per l’alto rischio di fallimento (…) È per questo che bisogna essere “un po’ matti” per impegnarsi nell’innovazione: perché spesso costa più di quel che frutta e quindi, se ci si basasse sulla tradizionale analisi costi-benefici, neanche si comincerebbe. Ma quando Steve Jobs, nella sua famosa lectio magistrale a Stanford, invitava gli innovatori a rimanere hungry e foolish, pochi hanno sottolineato che la foolishness di cui parlava il patron della Apple aveva cavalcato l’onda delle innovazioni finanziate e dirette dal settore pubblico.

Investimenti tanto radicali, che comportavano un elevatissimo livello di incertezza, non sono avvenuti grazie a venture capitalists o inventori da garage. Innovazioni che non ci sarebbero se avessimo dovuto aspettare che ci pensassero il mercato o le imprese.”

Marianna Mazzucato, 2014

Il Rating Pubblico è un modello di valutazione e misurazione della trasparenza, integrità e performance delle Amministrazioni Pubbliche, locali e nazionali, creato sulla base degli Indici Esg in Borsa.

La sua innovatività rispetto ai modelli di valutazione esistenti consiste nei seguenti punti:

  1. non necessita della collaborazione delle Amministrazioni al processo di valutazione,
  2. recepisce le disposizioni normative degli ultimi anni (in particolare il d.lgsl.33/2013 e le leggi anticorruzione),
  3. misura i dati sia qualitativi che quantitativi della performance pubblica,
  4. contribuisce a prevedere il rischio di default,
  5. contribuisce a prevenire il rischio corruzione,
  6. individua un benchmark.

Il Rating Pubblico costituisce uno strumento di:

  • Riforma della PA

La PA può essere cambiata dall’esterno con una valutazione della performance, sia qualitativa che quantitativa, delle singole Amministrazioni che porti ad una competizione tra le stesse sulla base degli sforzi di miglioramento e dei risultati.

  • Supporto alle PA

Ci sono PA che non riescono a far fronte a molti degli adempimenti normativi, sia in termini di trasparenza che di efficienza che di anticorruzione, cui sono chiamate: in tutti e tre gli ambiti siamo in grado di fornire strumenti di supporto.

  • Spending Review

Il Rating Pubblico non serve a dare pagelle, ma a stabilire un benchmark tra le PA, consentendo ai Governi di avere un quadro comparato per una più corretta allocazione delle risorse secondo un sistema incentivante: chi fa meglio, deve avere più risorse.

  • Anticorruzione

Il Rating consente anche una valutazione della trasparenza delle PA, che è il primo baluardo contro la corruzione.

  • Civic engagement

La valutazione si basa anche sui dati inviati dai cittadini e dalle imprese, costituendo una sorta di TripAdvisor della PA.

Riconoscimenti:

Il Rating Pubblico per la valutazione delle Pubbliche Amministrazioni ha ricevuto la dichiarazione di merito di Cassa Depositi e Prestiti e di Confindustria, che ha definito il Rating Pubblico: “uno dei punti nevralgici della nostra idea di P.A.” e che pertanto “merita di essere sostenuto”.

Di recente siamo stati contattati dalla World Bank, e in particolare dall’economista responsabile del Public Sector Governance and Anticorruption.

© 2013 Fondazione Etica.
Top