Open/Close Menu

Cosa speriamo di non trovare nel Def

thermometer
La Nota di aggiornamento del DEF 2014 conterrà un’importante e inevitabile revisione delle stime di crescita. Le previsioni, pur prudenti, adottate lo scorso aprile non sono infatti in linea con gli andamenti congiunturali registrati tra la primavera e l’estate. In particolare, il commercio mondiale si è indebolito (tutte le principali organizzazioni hanno ribassato le proprie previsioni) e la crisi ucraina ha fortemente ridimensionato le prospettive europee. D’altronde, per l’Eurozona, che ha scelto di fondare il proprio modello di crescita esclusivamente sul traino della domanda estera, ogni shock sugli scambi internazionali si traduce tout court in un abbassamento delle dinamiche della produzione e del prodotto. In questo momento particolarmente delicato, l’economia italiana vede dunque indebolirsi il sostegno fornito dalle esportazioni nette (che nel secondo trimestre hanno fornito un contributo negativo alla crescita) e svanire la possibilità di consolidare la ripresa.

Continua a leggere le previsioni del CER.

© 2013 Fondazione Etica.
Top