Open/Close Menu

Il sorpasso delle amazzoni

Autore:

204x136xl43-simona-bonafe-debora-140607111754_medium.jpg.pagespeed.ic.3JdBWMXj6C

Fa un certa impressione sentire Serracchiani e Moretti dichiarare a proposito dell’arresto del Sindaco di Venezia che il Pd non c’entra. Saranno anche “nuove”, ma il loro linguaggio suona “vecchio” come quello dei rispettivi padrini politici.

Del resto, come altri giovani emergenti nel Pd, si sono riparate sino a ieri sotto l’ombrello dei vari Bersani, Franceschini, D’Alema o Veltroni, salvo poi, quando sono arrivate ai posti di comando, prenderne elegantemente le distanze per entrare nella cerchia del nuovo leader vincente.

Forse, Serracchiani si è dimenticata che deve la sua notorietà alla requisitoria lanciata, nel 2009, contro i vertici Democratici all’Assemblea dei circoli. Ora che al vertice c’è lei ci vorrebbe qualcuno a rammentarglielo.

Per non parlare poi di Picierno. O della Bonafè, che nell’ultima ospitata di Ballarò si è scagliata contro qualsiasi tentativo di critica da parte di ospiti e conduttore con un veemenza tale da far sbiadire quella delle “amazzoni” di Silvio: da Santanchè a Bernini a Ravetto.

Contiamo che deragliamenti come questi, nelle dirigenti del Pd, siano dovuti dall’ebbrezza da acquisito potere e fama, e restiamo fiduciosi che ritrovino presto la lucidità della coerenza.

© 2013 Fondazione Etica.
Top