Open/Close Menu

L’Italia disoccupata

Autore:

103510377-56d8ff4f-3411-4aa3-9f84-983eca02b4eb

La drammaticità dei numeri è lo schiaffo più forte alle classi dirigenti italiane, non solo politiche: quando oltre il 40% dei giovani sono disoccupati, un Paese è già fallito. Di sicuro, lo è rispetto all’articolo 1 della Costituzione, quello su cui si sono basati lo sforzo e l’entusiasmo italiani del secondo dopoguerra.

Adesso il tempo è finito: smetta il chiasso nei palazzi, romani e milanesi, e tutti – proprio tutti, dai politici ai banchieri, dai tecnici agli imprenditori- comincino a lavorare duramente e in silenzio con un solo obiettivo primario: dare ossigeno al mondo del lavoro. Il tempo delle grandi riforme può attendere, come ha atteso in questi decenni passati invano. Chi ha ruolo per agire, lo faccia subito e i media accendano i loro fari su questo.

© 2013 Fondazione Etica.
Top