Ci saranno state sicuramente buone ragioni per rimuovere i due senatori della Commissione Affari Costituzionali. Ma il fine non giusitifica mai i mezzi. Se poi è la fretta di chiudere il capitolo “Senato” a portare alle epurazioni, è bene far sapere a chi – nostro malgrado – decide per noi in Parlamento che il punto non è abolire il Senato con l’accetta e metterci sopra la bandierina del vincitore, ma fare una riforma seria del bicameralismo.

Sulle riforme, ultimamente, sembra che l’attenzione sia tutta sulle alleanze politiche e non, come dovrebbe, sul merito delle riforme stesse.
In questa ricerca forsennata della riforma ad ogni costo la priorità sembra essere mettere per primi la bandierina su abolizione del senato e legge elettorale.

Una  grande amarezza.  Ecco quello che ho provato al pari di decine di amici e colleghi quando sono stati comunicati i nomi dei sottosegretari. Nelle scorse settimane abbiamo sostenuto la candidatura di Teresa Petrangolini , nostro segre...
© 2013 Fondazione Etica.
Top