Studio per i Cavalieri del Lavoro sulle imprese

La Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro ci ha conferito l’incarico di realizzare uno studio sulle iniziative in tema di trasparenza e prevenzione della corruzione intraprese dalle aziende facenti capo ai circa cinquecento associati (da Buzzi a Brembo a Vacchi, solo per citarne alcuni etc.).
Trattandosi di aziende esemplari l’obiettivo è quello di individuare le buone pratiche realizzate, renderle replicabili e diffonderle.
Lo studio prevede un lavoro di ricognizione della situazione esistente: quante e quali sono le aziende facenti capo ai Cavalieri del Lavoro ad aver attivato iniziative di Corporate Social Responsability e Trasparenza al proprio interno? Di quali iniziative si tratta? Con quali evoluzioni ed esiti? E per quanto riguarda la sostenibilità ESG? E l’Agenda 2030 dell’Onu?
Lo studio verificherà, in particolare, l’adozione di misure quali il codice etico, il rating di legalità, i codici di condotta, il bilancio di sostenibilità. Si tratta, infatti, di pratiche sempre più diffuse, soprattutto in aziende che si misurano in un contesto di competizione internazionale e su mercati aperti. Al riguardo, va ricordato che, da alcuni anni, le istruttorie condotte dai Prefetti sulle candidature a Cavaliere del Lavoro tengono conto anche dell’adozione o meno di alcune delle suddette pratiche, quali, ad esempio, il rating di legalità.

© 2013 Fondazione Etica.
Top