La possibile disciplina (legislativa) dei partiti politici e il suo collegamento con il loro finanziamento

Abstract

Nel contesto della trasformazione della rappresentanza politica (non da ultimo di quella sovranazionale), la storia dei partiti e dei movimenti è specchio delle modifiche della società politica e la sua lettura ci permette di far luce sulle caratteristiche attuali non solo della forma di governo, ma appunto dello stato di diritto. Nel contributo si ricostruisce e commenta il dibattito giuridico su una possibile disciplina generale dei partiti e sull’opportunità che la legge ordinaria intervenga oltre ed a fianco dell’autonomia (anche normativa) che tali soggetti hanno nello stabilire e far valere le proprie regole interne. Dopo una breve comparazione con i modelli vigenti in altri ordinamenti europeo, in particolare, si analizzano criticamente i contenuti del DDL, attualmente all’esame del Senato, sulla “Disciplina dei partiti politici. Norme per favorire la trasparenza e la partecipazione democratica” (A.S. 2439). In chiusura, sono presenti considerazioni sull’impatto che le nuove norme avrebbero in riferimento alle novità già introdotte in tema di finanziamento ai partiti ed al dibattito sulle modifiche alla legge elettorale.

di Paola Marsocci
Professoressa associata di Diritto costituzionale – Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Continua a leggere…

 

© 2013 Fondazione Etica.
Top