OGP Italy – Forum degli stakeholders

Il Governo italiano, attraverso il Ministero della Funzione Pubblica partecipa all’Open Government Parnership sin dal suo avvio nel 2011.

Dopo i primi due Action Plan, l’Italia è chiamata a redigere il terzo: 2016-1018. Il cronoprogramma è serrato: pronto per la fine di luglio, sarà poi presentato Conferenza di Parigi OGP (Open Government Partnership) del 7/9 dicembre prossimo.

È l’occasione per rendere permanente il forum multi-stakeholder, che si è già riunito in tre sottogruppi tematici individuati seguendo i principi e i contenuti principali del modello dell’Open Government:

  • Trasparenza e Open Data;
  • Partecipazione e Accountability;
  • Cittadinanza digitale e innovazione.

L’impegno richiesto dall’Open Government Partnership ai 69 Paesi membri è di individuare azioni che possano essere valutate per i loro risultati in un periodo di due anni, con obiettivi che seguano i criteri “smart”: specifici, misurabili, realistici e correlati al tempo.

Ognuno dei tre sottogruppi lavora  suddiviso in due tavoli, cui partecipano diverse Amministrazioni e almeno trenta associazioni civiche,, incluse quelle di categoria del mondo imprenditoriale.

Partendo da un momento di brainstorming, si arriva a definire:

  • criticità
  • cambiamento atteso
  • obiettivo generale
  • obiettivi specifici
  • modalità

La discussione continua su piattaforma on-line .

Tra le prime proposte emerse:

  • realizzazione di un portale unico della trasparenza;
  • censimento e rilascio dei dataset strategici già definiti, attraverso un percorso partecipato;
  • realizzazione di una piattaforma di partecipazione e produzione di istanze e petizioni verso il parlamento (avendo come riferimento Change.org);
  • messa a sistema dell’iniziativa “Sai chi voti” lanciata in queste ultime elezioni amministrative, con incarico al Ministero dell’Interno;
  • iniziative per lo sviluppo della cultura del monitoraggio civico, anche con la previsione di corsi-scuole di monitoraggio civico;
  • iniziative per la “misurazione dell’accountability” delle amministrazioni, così da valutare l’effettiva attuazione degli adempimenti già previsti;
  • realizzazione di un progetto complessivo per mettere a sistema la partecipazione, che parte da azioni di comunicazione e formazione verso cittadini, amministrazioni.

 

Qui l’elenco completo delle organizzazioni che aderiscono all’Open Government Forum.

 

© 2013 Fondazione Etica.
Top