Il Rating Pubblico come arma anticorruzione

Il Rating Pubblico è lo strumento creato da Fondazione Etica non solo per valutare la trasparenza di una Amministrazione Pubblica, ma anche per misurarne il rischio di corruzione.

Il Rating, infatti, ha tra i suoi obiettivi:
Spendere meno, spendere meglio il denaro dei cittadini (spending review)
Garantire trasparenza e accountability (e-government)
Prevenire la corruzione
Coinvolgere i cittadini attivamente (civic engagement, empowerment).

Il Rating Pubblico, in sintesi, consente di trasformare gli adempimenti in materia di trasparenza in occasione di lotta alla corruzione, recuperando il rapporto con i cittadini, attraverso un loro coinvolgimento attivo e maturo.

È esattamente quanto chiedono il legislatore e l’Anac: la trasparenza non serve solo per «favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche» (articolo 1 comma 1 del sopra citato decreto trasparenza), ma, come precisato dalle Linee Guida dell’Anac (delibera 1309 del 28/12/2016), come «strumento di tutela dei diritti dei cittadini e di promozione della partecipazione all’attività amministrativa».

Di più: per Anac la trasparenza è «condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, e integra il diritto a una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio dei cittadini». È quanto sta alla base del Rating Pubblico.

Vai all’area dedicata su questo sito

Vai al sito Rating Pubblico

© 2013 Fondazione Etica.
Top