Estratto progetto indici p.a.

Nell’ambito della funzione amministrativa si suole distinguere la funzione pubblica in senso stretto, comprendente le attività amministrative connotate dall’esercizio di poteri autoritativi, dai servizi pubblici, ossia quelle attività, non connotate dall’esercizio di pubbliche potestà, volte all’erogazione di prestazioni d’interesse pubblico. Nella pratica la distinzione non sempre è netta: spesso, infatti, si nota una commistione tra i due tipi di attività, sicché la classificazione nell’una piuttosto che nell’altra categoria può essere fatta solo in base ad un criterio di prevalenza.

(….) Le procedure di ricerca e di conseguente assegnazione di un rating, si devono riferire alla pubblica amministrazione sia nell’esercizio della sua funzione pubblica che durante l’erogazione di servizi pubblici.

Obiettivo finale è quello di progettare e realizzare un indice universale, replicabile e che garantisca una copertura in un primo momento nazionale (Italia) e, successivamente ad una fase di testing, internazionale, compatibilmente con una declinazione che sia coerente con i differenti contesti nazionali interessati.

(…) La metodologia ESG è basata su un approccio accademico e scientifico: lo scopo è quello di  valutare e monitorare la posizione strategica della pubblica amministrazione  in un’ottica di lungo termine, la sua gestione operativa ed il suo atteggiamento verso la società e l’ambiente.

Il concetto di sostenibilità prende in considerazione l’impatto sulle diverse categorie di stakeholders (la società, l’ambiente, gli enti statali, le autorità regolamentari e le istituzioni internazionali).

La valutazione finale è basata sulla solidità in termini di performance sociale e ambientale, della struttura di corporate governance e della coerenza della missione.

(…) La metodolgoia di screening ESG si deve basare sulla valutazione di criteri ambientali, sociali e di governance attraverso l’analisi di fonti esterne e pubbliche (tra cui Rapporti di Sostenibilità, Bilanci, Sito Internet della pubblica amministrazione e information provider qualificati) e, in circostanze speciali, di fonti interne alla pubblica amministrazione.

<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:”Cambria Math”; panose-1:2 4 5 3 5 4 6 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:roman; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-1610611985 1107304683 0 0 159 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”,”serif”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} a:link, span.MsoHyperlink {mso-style-unhide:no; color:blue; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; color:purple; mso-themecolor:followedhyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} p {mso-style-unhide:no; mso-margin-top-alt:auto; margin-right:0cm; mso-margin-bottom-alt:auto; margin-left:0cm; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”,”serif”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-size:10.0pt; mso-ansi-font-size:10.0pt; mso-bidi-font-size:10.0pt;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

© 2013 Fondazione Etica.
Top