Le Fondazioni come strumento di sviluppo

sole

L’iniziativa è partita da Marino Golinelli, ancora una volta lungimirante nel panorama della filantropia e del mondo no-profit italiano. In occasione del 25° anniversario della Fondazione omonima da Lui creata, anzichè autocelebrarsi, ha scelto di festeggiare l’evento chiamando principali fondazioni italiane a Bologna per discutere del loro ruolo in un momento tanto delicato per il Paese all’insegna di un motto stimolante: diventare strumento di cambiamento e di futuro.

Hann partecipato 77 Fondazioni, quali, oltre alla nostra, Fondazione Rosselli, Fondazione Veronesi, Fondazione Benetton, Fondazione Bracco, Fondazione Telethon. Tutte hanno messo in evidenza la necessità di un nuovo modello di Fondazione, sicuramente meno patinato e più dinamico, non top-down ma aperto alle istanze della società. In questi anni, le Fondazioni sono intevenute in ambiti come quello della ricerca e innovazione, lasciati scoperti dall’intervento pubblico, non solo in ottemperanza del principio costituzionale di sussidiarietà, ma a volte in supplenza del soggetto pubblico.

La giornata di lavoro a porte chiuse ha segnato un momento decisivo per il ruolo che le Fondazioni vogliono assumere, concordando sull’importanza di passare da un universo frammentato di iniziative filantropiche ad una sostanziale unità di intenti. Pur nel rispetto delle rispettive identità, il lavoro di ciascuna Fondazione avrà più forza anche singolarmente se tutte cominceranno a camminare speditamente lungo un percorso unitario. Dando vita a una rete tra Fondazioni, esse potrebbero diventare un interlocutore autorevole nei confronti delle istituzioni.

Il confronto delle rispettive storie ha portato le Fondazioni riunite a Bologna a preparare un documento di proposta da consegnare al Governo, così segnando un primo passo avanti concreto nella volontà di “abbandonare i lidi del pure filantropismo e assumere una nuova centralità e, con essa, nuove sfide” (intervento del vicepresidente A. Zanotti).

© 2013 Fondazione Etica.
Top