Legge elettorale subito

Autore:

image

Sono passati pochi giorni da quando i partiti dicevano di non poter tornare al voto, non essendo stato cambiato il Porcellum. Bene. ora che il Governo è salvo, non ci sono più scuse: accanto alla legge di stabilità, irrimandabile, si avvii subito il confronto sulla nuova legge elettorale. Le cosiddette “Larghe Intese” sono la premessa ideale: se vogliono, i partiti all’Esecutivo hanno i numeri per fare presto e bene. In verità, le divisioni non sono solo tra partiti, ma anche all’interno dello stesso partito, dove spesso si è ancora fermi alla contrapposizione tra sostenitori del proporzionale e sostenitori del maggioritario. Roba da analfabeti della materia. Non c’è, infatti, da essere tecnici o superesperti per sapere che ci sono sistemi proporzionali buoni e non, così come ci sono sistemi maggioritari buoni e non. Inutile intestardirsi sul maggioritario a doppio turno se non ci sono i numeri: una buona alternativa può essere un sistema proporzionale corretto in senso maggioritario. O viceversa. Qui sì la questione diventa tecnica, ma la premessa è che nel confronto politico non si parta con pregiudizi e interessi di parte.

© 2013 Fondazione Etica.
Top