Il misery index delle famiglie italiane


In base al nuovo rapporto Cer, a ottobre l’indicatore di disagio sociale registra una lieve diminuzione rispetto a settembre, confermando tuttavia la stabilizzazione sui valori di massimo storico degli ultimi quindici anni. L’indicatore si riduce per la

discesa del tasso di inflazione al 2,6%, che a sua volta riflette il minor costo

della benzina e il venir meno dell’effetto scalino provocato, nell’ottobre

2011, dall’aumento dell’Iva. In senso opposto spinge l’aumento del tasso di

disoccupazione, che ha superato la soglia dell’11%. Questo secondo effetto

prevarrà nei mesi a venire.

Nel confronto europeo, l’indicatore italiano si riavvicina al valore medio,

non essendosi riscontrata negli altri paesi alcuna flessione del tasso di

inflazione. Solo in Spagna, però, si osserva un aumento del tasso di

disoccupazione (al 26,2%), che resta stabile sia in Francia (10,7%), sia in

Germania (5,4%).

 

Continua

© 2013 Fondazione Etica.
Top